ICT

Web, Corecom Lazio: incontro su Media e Minori presso l’istituto di via Anagni

media

“Ieri pomeriggio presso l’Istituto comprensivo di Via Anagni a Roma si è svolto un incontro con i ragazzi sul tema ‘Media e Minori: cosa fare e come difendersi dalle insidie del web’. L’iniziativa che si inserisce nell’ambito del progetto Corecom sulla ‘Media Education’ è volta a sensibilizzare i docenti, i minori e le loro famiglie sulle insidie che possono derivare da un uso scorretto della rete. Oltre a Maura Frasca, dirigente dell’Istituto, sono intervenuti: Michele Petrucci, presidente del Corecom Lazio, Massimiliano Valeriani, vice presidente Consiglio Regionale del Lazio, Aurelio Lo Fazio, dirigente responsabile della struttura Corecom e Giammarco Palmieri, presidente del V Municipio di Roma”. Così una nota del Corecom Lazio. “La rete può rappresentare – ha dichiarato Michele Petrucci – un ‘grande amico’ per i cittadini di domani ma al contempo può diventare anche un ‘nemico insidioso’ se non usato con responsabilità e nel rispetto del prossimo. È questo il senso del ciclo di incontri con i docenti, ragazzi, le loro famiglie che il Corecom Lazio, con l’aiuto della Polizia Postale, ha programmato negli Istituti della Regione per tutto il corrente anno scolastico. “L’appuntamento di oggi – ha proseguito il presidente del Corecom – assume però un significato particolare poiché coincide con la giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, ovvero la data in cui venne approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, il 20 novembre 1989, l’omonima convenzione. Ed è anche per sostenere convintamente i valori in essa richiamati che il Corecom Lazio è in prima linea con la Regione Lazio, per educare le nuove generazioni ad un corretto uso delle nuove tecnologie”. “L’on. Massimiliano Valeriani rivolgendosi ai ragazzi ha detto: ‘La Regione Lazio, tra le prime in Italia, si doterà di una legge contro il bullismo con l’obiettivo di tutelare la crescita educativa, sociale e psicologica dei minori, promuovendo e sostenendo azioni di contrasto del fenomeno del bullismo. E per azioni di contrasto si intendono progetti di formazione e sensibilizzazione, iniziative di carattere culturale o sportivo, programmi a supporto degli adolescenti e delle loro famiglie all’uso consapevole di internet, dal momento che sono proprio i social network il mezzo più usato per diffondere video e bravate, offese e scherzi prepotenti ai danni delle vittime designate. Ed oggi che si celebra la Giornata dell’Infanzia ognuno di noi – rappresentanti delle istituzioni, docenti, forze di polizia, famiglie – è chiamato a dare il proprio contributo per garantire e ampliare la tutela dei minori, anche attraverso la conoscenza e la prevenzione di situazioni di potenziale pericolo’”. “Come da programma, l’incontro si è chiuso con l’intervento di un rappresentante della Polizia Postale – riferisce la nota – il sostituto commissario della Polizia postale e delle comunicazioni di Roma Roberto Giuli, a seguito del quale ragazzi, insegnanti e genitori hanno potuto rivolgere le loro domande. Prossimo appuntamento: il 26 novembre presso l’I.C.S. Giovanni Bosco, scuola secondaria di I° grado a Fabrica di Roma (Vt)”.

By