Cultura

Stadio della Roma a Tor di Valle, Palumbo – Giuntella: “Stop a disinformazione, il Comune ha già fatto le valutazioni a monte”

Marco_Palumbo_d3

“Mai come in queste ore regnano sovrane strumentalizzazioni e disinformazione sulla vicenda dello stadio della Roma a Tor di Valle. Piu’ che di problemi oggettivi, ci troviamo di fronte a commentatori della domenica che si arrampicano sugli specchi per fermare un’opera che da sola darebbe grandi opportunita’ di sviluppo a tutti i cittadini della Capitale. Ci pare un po’ esagerato indugiare esclusivamente su allarmismi come quello che vorrebbe l’area ad alto rischio esondazione del Tevere, senza considerare nel merito i vantaggi che questa opera portera’ a tutta la citta’ di Roma”. Cosi’ in una nota il presidente del Pd di Roma, Tommaso Giuntella, e il vicepresidente della commissione Sport del Campidoglio, Marco Palumbo. Per i due esponenti democratici “le valutazioni necessarie sono state fatte a monte dagli uffici tecnici del Comune: ora in Campidoglio si sciogliera’ il nodo della pubblica utilita’. Uno stadio di livello europeo per una grande societa’ di calcio che porrebbe Roma alla stregua di Madrid e Barcellona ci pare un motivo importante sul quale ragionare. I posti di lavoro, lo sviluppo del quadrante, la centralita’ ritrovata per un quartiere come Tor di Valle sono incentivi imprescindibili alla costruzione di quest’opera. Di quali vincoli paesaggistici stiamo parlando? Lo stadio ridarebbe nuova linfa a un quartiere di Roma da sempre relegato ai margini e con un grave gap infrastrutturale”. Inoltre, concludono Giuntella e Palumbo, “chi pone dei dubbi sulla viabilita’ e sulle difficolta’ della via del Mare, dov’era quando si presentava il progetto durante la Giunta Alemanno? All’epoca lo stadio andava bene? L’unico problema della Capitale e’ l’immobilismo, vero responsabile del soffocamento di questa citta’”.

By