Campidoglio

Rifiuti, Marino va avanti: in serata riunione urgente della Giunta Capitolina. E intanto la procura indaga

Nonostante l’annuncio di un “percepibile miglioramento” nella raccolta dei rifiuti, l’emergenza spazzatura a Roma stenta a placarsi. Il sindaco Marino, dopo avere promesso ieri che “cadranno teste”, ha convocato per stasera una riunione d’urgenza con la sua giunta alla quale partecipera’ anche il presidente dell’Ama, Daniele Fortini. Il primo cittadino vuole guardare negli occhi il suo assessore all’Ambiente, Estella Marino, ed il dirigente della municipalizzata per chiedere loro quali siano i progetti “immediatamente operativi” per risolvere l’emergenza. Ma dopo la lettera del Garante per gli scioperi, oggi l’amministrazione ha dovuto fare i conti anche con l’inchiesta aperta dalla Procura, per il momento senza ipotesi di reato ne’ indagati, dopo l’esposto presentato dal Codacons su un presunto boicottaggio dei dipendenti Ama nella raccolta dei rifiuti per il “troppo assenteismo”, soprattutto tra le fila degli “operativi”. Ieri, un infuriato Marino ha annunciato un ‘taglio delle teste’ all’Ama, accusando i dipendenti di un “intollerabile assenteismo”. Oggi, dopo aver chiesto ai romani di pazientare “un paio d’anni” per la riorganizzazione del post-Malagrotta, ha lanciato un appello ai vertici dell’Acea, la municipalizzata per l’energia elettrica, affinche’ aiutino Ama “a completare lo smaltimento dei rifiuti”. Appello subito raccolto dai vertici Acea, forti del “know how specifico nella gestione e costruzione degli impianti”. La situazione in citta’ – come raccontano le centinaia di foto che invadono i social network – e’ ormai al collasso, con cassonetti stracolmi e sacchi dell’immondizia a terra in molte zone della Capitale. La causa va ricercata, secondo la dirigenza Ama, nella carenza di impianti ormai datati e fin troppo oberati di lavoro negli ultimi mesi. Per questo oggi la dirigenza della municipalizzata ha incontrato i vertici della Co.La.Ri (la societa’ di Manlio Cerroni che ha gestito per decenni la discarica di Malagrotta) per chiedere, ed ottenere, l’utilizzo degli impianti per le prossime due domeniche. Nel frattempo la Regione Lazio ha annunciato lo stanziamento di risorse per “migliorare la qualita’ sia dei nuovi servizi di gestione dei rifiuti orientati verso la differenziata”, “sia l’impiantistica di base”, come “isole ecologiche ed impianti di compostaggio”. Dal canto suo, invece, l’Ama chiede maggiore collaborazione ai romani per la raccolta ‘porta a porta’ – avviata per il momento solo in alcuni Municipi di Roma – annunciando maggiori controlli e sanzioni. (Fonte ANSA)

By