Cultura

Record di suicidi nelle carceri laziali. UILPA: “Nel 2013 sei casi”

6 casi nel 2013 e Regione Lazio prima in Italia per numero di suicidi nelle carceri. Sono scioccanti i dati emersi da  uno studio annuale della UILPA sulla situazione delle carceri italiani.
3 suicidi sono avvenuti nel carcere di Rebibbia, e gli altri tre a Velletri, Viterbo e Latina.

Nell’istituto penitenziario di Frosinone si registrano, invece, 16 tentati suicidi e ben 104 atti lesionistici, ma nessun suicidio. A Viterbo nessun suicidio ma 13 tentati suicidi e 96 eventi di autolesionismo.

Numerose le criticità presenti negli istituti della Regione Lazio. Una di questa, secondo l’indagine, è il dato troppo alto sul sovraffollamento. Nelle carceri della Regione, infatti, a fronte di una regolare capienza complessiva di 4.797 persone, il numero di detenuti al 31 dicembre 2013 è risultato essere di 6.882 unità, con un sovrannumero di oltre 2.000 presenze e un tasso di affollamento del 43,5%.

E’ possibile redarre anche una classifica degli istituti più sovraffollati: al primo posto il carcere di Latina con un 100% di esubero  (164 presenze per una capienza di 82), al secondo l’istituto di Frosinone con il 79,1%, poi Civitavecchia con il 77,9% e a ruota Regina Coeli con il 65,2% di esubero.

Dure le parole di Eugenio Sarno, segretario generale della Uilpa Penitenziari: “ E’ una situazione generale che, pur in via di miglioramento, resta, per citare il presidente Napolitano, una vergogna per un Paese come l’Italia”.

By