Campidoglio » Roma

Raggi nei guai per l’incarico a Civitavecchia

raggi2

L’incarico alla Raggi a Civitavecchia affidatale dalla madre di una deputata del M5S.

Si fa sempre più intricata la vicenda degli incarichi conferiti alla Raggi dalla ASL RM/F di Civitavecchia. Pare che, stando alle rivelazioni pubblicate oggi da “La Repubblica”, a conferire l’incarico all’allora Consigliera dell’Assemblea Capitolina fu  la dottoressa Gigliola TASSAROTTI, madre della deputata pentastellata Marta Grande,  la più giovane deputata in carica, indicata – all’indomani dell’elezione nella Circoscrizione Lazio 1 per il M5s – come possibile vice presidente della Camera.

La delibera per l’affidamento di questo incarico porta la data del 31.07.2014 e la firma sia del Direttore della ASL che della Responsabile del Procedimento, la citata dottoressa Tassaroti. Anche questo incarico, come pure quello precedente, come si apprende da La Repubblica, non è stato dichiarato  nell’autocertificazione datata 1 dicembre 2014: ovvero ben sei mesi dopo averlo ricevuto. Amnesia? Guarda caso la Raggi lo denunc1a solo ad ottobre 2015, dopo le dimissioni del sindaco Marino e dopo che Sabella aveva avviato le procedure di controllo sulle autocertificazioni come lui stesso dichiara all’Huffington Post : “Quello che mi colpisce è che la Raggi dichiara il suo incarico del 2012 solo nel 2015, cioè dopo che scoppia Mafia Capitale e dopo che, arrivato in Campidoglio, tra le prime cose che faccio c’è quella di controllare le autocertificazioni.“,

Insomma una vicenda piuttosto intricata che comunque lascia ben poco spazio ad interpretazioni e a spigazioni che sembrano clamorose arrampicate sugli specchi. Ed è solo l’inizio, ne vedremo delle belle se la carriera della Virginia Raggi inizia così in salita.

 

 

By