Campidoglio

Panecaldo nuovo capogruppo Pd in Campidoglio

Fabrizio Panecaldo

E’ Fabrizio Panecaldo il nuovo capogruppo del Pd in Campidoglio, mentre Giulia Tempesta manterrà il ruolo di vicepresidente. Panecaldo, che manterrà anche il ruolo di coordinatore della maggioranza capitolina, succede a Francesco D’Ausilio, costretto alle dimissioni dopo il sondaggio che aveva commissionato sul gradimento del sindaco Ignazio Marino, sostituito per un breve periodo proprio dalla Tempesta. L’attribuzione dell’incarico è stato decisa “unitariamente” dal gruppo in una riunione a Palazzo Senatorio. Al nuovo capogruppo sono arrivati gli auguri del sindaco. “Sono certo che la sua lunga esperienza, unita al grande impegno portato avanti in questi mesi come coordinatore della maggioranza – ha detto Marino -, saranno una garanzia per rafforzare la collaborazione tra il Pd e questa amministrazione e lavorare al meglio nell’interesse delle romane e dei romani”.

Secondo Mirko Coratti, presidente dell’Assemblea Capitolina, “la scelta di porre un consigliere esperto e di ‘lungo corso’ nell’Assemblea Capitolina alla guida del maggiore gruppo consiliare della coalizione che sostiene la giunta del sindaco Marino, va nella direzione di rafforzare la coesione e l’intesa tra la maggioranza, il primo cittadino e il suo esecutivo”. Auguri anche da Marco Vincenzi, presidente del gruppo del Partito Democratico alla Regione Lazio, secondo cui ”il percorso politico di Fabrizio, la sua solida esperienza politica e istituzionale, rappresentano la migliore garanzia per un incarico impegnativo e di grande responsabilità”, mentre il vicesindaco di Roma Luigi Nieri si dice certo che “saprà dare, anche alla luce della sua esperienza, un importante contributo a questa amministrazione e a questa città”. Congratulazioni a Panecaldo dal Capogruppo capitolino di Forza Italia Giovanni Quarzo: “I migliori auguri di buon lavoro all’amico Fabrizio Panecaldo di cui ho, in tanti anni, imparato ad apprezzare la competenza, la passione e l’umanità. Sono sicuro che, nelle diversità di posizione, la stima e l’amicizia personale ci aiuteranno a lavorare per il bene della città”.

By