Roma

On line gli stipendi dei dipendenti dell’AMA. CGIL: “Accolte le nostre richieste di trasparenza”

Da questa mattina sono on line sul sito dell’Ama anche le retribuzione e i curricula dei quadri dell’Ama. Tra i compensi pubblicati sei superano quota 90.000 euro lordi all’anno, mentre quattro quadri non hanno dato l’autorizzazione a pubblicare la propria retribuzione. In ogni caso il primo caso all’iniziativa arriva dalla Fp Cgil Roma e Lazio: “Siamo soddisfatti che il nuovo Amministratore delegato abbia accolto le nostre richieste di trasparenza iniziando a tirar fuori atti che per anni erano stati ben secretati dal vecchio management”. “Come piu’ volte da noi denunciato, in Azienda erano presenti infatti, ed i dati pubblicati sul sito lo dimostrano, retribuzioni dei quadri al di fuori di quanto previsto dai loro inquadramenti contrattuali – si legge in una nota del segretario generale del sindacato Natale Di Cola – Viene confermata nei fatti come in Azienda la scellerata gestione Panzironi abbia attribuito a quadri compensi superiori addirittura a quelli di alcuni dirigenti”. “Non ci sorprende infatti che molti dei quadri che hanno retribuzioni di quasi 100.000 euro siano gli stessi sulla cui modalita’ di assunzione e’ in corso un processo penale – continua Di Cola -. Ci aspettiamo che adesso, con la stessa determinazione, l’Ama provveda ad accertare le responsabilita’ ed intraprendere azioni contro chi ha avallato queste scelte. Quella degli stipendi segreti era una delle anomalie sulla gestione del personale che finalmente da oggi non e’ piu’ una denuncia della sola Cgil. Abbiamo, inoltre, gia’ scritto al Presidente affinche’ ci convochi per sapere quali saranno le iniziative che verranno intraprese e capire quali siano i compiti che a tutt’oggi risultano ancora sconosciuti, di molti dei quadri con alte retribuzioni”.

 

By