Roma

“Non siamo pericolosi”. Il circolo EUR si difende. A breve un incontro Barca-Prestipino

E’ polemica dopo la presentazione del dossier di Fabrizio Barca sulla mappatura dei circoli Pd romani.

Tra le sezioni “pericolose”, e che probabilmente nei prossimi giorni saranno commissariate, c’è anche il circolo dell’EUR, guidato dall’ex assessore provinciale Patrizia Prestipino, membro della direzione nazionale del partito. La replica del segretario è dura e accorata: “Non vogliamo risarcimenti di nessun tipo, ma chiarimenti. Chiari e forti. O, ed e’ una promessa, inizio nei confronti di Barca e Orfini la battaglia della mia vita”. La Prestipino usa Facebook per comunicare con Orfini e Barca: “Sarei pericolosa io che faccio l’insegnante a 1500 euro al mese, che non ho nessuno incarico e ho messo il mio ufficio, che pago con grandi sacrifici da due anni a disposizione del Pd? – si chiede -. Quindi sono pericolosa io che faccio faticosamente politica tra la gente conciliandola con il gia’ duro lavoro dell’insegnante. Con tutto lo schifo che sta emergendo a Roma. Mi spiace, non glielo consento”. “Se mi vogliono eliminare perche’ sostengo Renzi da 4 anni o perche’ ho una idea sana della politica o perche’ dico che a Roma non si puo’ andare avanti cosi’ lo facciano a viso aperto – conclude il post -. Ma non tocchino la comunita’ bella e sana del Pd che io, da segretario orgoglioso, ho il diritto e il dovere di tutelare”.

Sulla vicenda interviene anche Andrea Santoro, presidente dem del Municipio IX: “Stimo Barca e Orfini per il lavoro di pulizia che stanno portando avanti, ma quella relazione deve essere aggiornata con fatti importanti di cui non si è tenuto conto. Con Alemanno sindaco, quei 2 circoli insieme agli altri del municipio hanno contribuito ad accendere i riflettori sul malaffare: dalle tangenti sui filobus alle speculazioni edilizie del Velodromo al Gran Premio di formula 1 che si voleva organizzare all’Eur, allo scandalo dei Punti verde qualità, alla fogna che stava diventando Eur spa. Quei circoli sono stati dannosi sì – continua Santoro – ma per il malaffare che viaggiava indisturbato in questo Municipio”.

Secondo la ricostruzione del presidente del Municipio dell’Eur, sono state messe alla porta le correnti del Pd: “anche l’Eur e il Torrino, ad esempio, hanno contribuito alla candidatura unica per la presidenza di questo Municipio, dove non ci sono state le primarie proprio perché abbiamo cacciato a calci i capicorrente e abbiamo fatto vincere l’idea di un partito sano che mette al centro l’interesse di tutti non quello di qualcuno. Se nel 2013 – ha aggiunto il presidente del Municipio IX – c’è stato un aumento esponenziale degli iscritti è stato perché è perché le regole sul tesseramento del Pd Roma facevano acqua, non i circoli. Per questo chiedo a Barca e Orfini di rivedere la loro posizione. Un conto è mandare via i capicorrente o i circoli ad personam, un conto è invece cancellare l’esperienza di quelle donne e di quegli uomini che per 5 lunghi anni hanno contrastato il malaffare, evidentemente al posto di chi era titolato a farlo” ha concluso Santoro.

In serata su Twitter arriva un “contatto” tra Patrizia Prestipino e Fabrizio Barca. Il segretario del circolo Eur ha proposto un confronto pubblico all’ex ministro dello Sviluppo Economico. Confronto accettato. Ne vedremo delle belle.

By