Municipi

Municipio I: nasce l’ufficio per l’Europa. Avviso pubblico per la ricerca di esperti in progettazione Comunitaria

Flag of the european union in front of the deep blue sky.

Per la prima volta in un Municipio nasce l’Uospe, l’Ufficio operativo
speciale per l’Europa.
Il Municipio Roma I Centro ha pubblicato un avviso pubblico per il
reperimento di soggetti privati ed enti di promozione sociale esperti
in progettazione comunitaria, finalizzato a supportare il Municipio
nell’attività di valutazione, partecipazione, elaborazione dei
progetti nell’ambito delle offerte proposte dalla Comunità europea.
L’avviso pubblico scadrà il 27 marzo e da aprile l’Ufficio potrà già
essere operativo.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa, che si è
svolta nella sede del Municipio Roma I, erano presenti Sabrina
Alfonsi, presidente del Municipio Roma I, Andrea Valeri, assessore
municipale alla Cutura, Emiliano Monteverde, assessore alle Politiche
Sociali e Alessandra Ferretti, assessore alla scuola del Municipio.

“Partecipare a bandi e accedere a risorse messe a disposizione
dall’Europa costituisce oggi una delle più importanti forme di
finanziamento delle amministrazioni pubbliche. – ha spiegato Andrea
Valeri, assessore alla Cultura e al Turismo del Municipio Roma I
Centro. – Fondi che permettono di potenziare le attività e gli
interventi di propria competenza. E’ quindi assolutamente necessario
per le pubbliche amministrazioni dotarsi di strutture che permettono
il monitoraggio e l’accesso a tali fondi. Per questo – ha detto ancora
l’assessore – abbiamo deciso di costituire l’Ufficio Operativo
speciale per la partecipazione europea Uospe che sia al tempo stesso
interlocutore con la Comunità europea e un servizio fornito alla
cittadinanza e all’associazionismo di supporto, presentazione ed
esecuzione dei bandi europei”.

Molti sono i soggetti privati che svolgono questa attività dietro
compenso; l’importanza dell’Uospe è mettere conoscenze e
professionalità al servizio della cittadinanza in modo gratuito.
Inoltre l’Uospe costituisce un modello unico e finora mai realizzato
che consentirà l’accesso a fondi europei laddove l’attuale
legislazione europea estende tale diritto solo fino ai comuni. Il
sistema non comporterà nessun costo aggiuntivo per l’amministrazione.

L’ufficio sarà costituito per metà da soggetti amministrativi
appositamente selezionati per competenze: la selezione ha previsto
diversi requisiti, come la conoscenza delle lingue da parte degli
operatori. Ma faranno parte dell’Uospe anche soggetti privati messi a
disposizione dalla società vincitrice del bando, che dovranno
assistere cittadini e associazioni nel percorso di compilazione della
domanda.

Naturalmente sarà data priorità a progettualità che contengano
interventi diretti nei settori di competenza del Municipio. Esiste
infatti una pluralità di settori all’interno dei quali oggi è
possibile pensare ad un supporto della Comunità europea per la
promozione di progetti nei campi del sociale, ambiente, istruzione,
turismo, formazione, nuove tecnologie, parità di genere e diritti.
L’Uospe lavorerà in stretta connessione con gli uffici analoghi
presenti all’interno di Roma Capitale e della Regione Lazio.

“Abbiamo lavorato in questi mesi a un modello innovativo per tre
ragioni – ha sottolineato ancora Valeri – superare l’ostacolo che
impediva ai municipi, territori pari a grandi città, di partecipare a
tali bandi, offrire un servizio gratuito a quanti sono a tutt’oggi
esclusi dalla progettazione e stabilire relazioni con esperienze e
competenze di altri paesi che aiutino creare una rete di buone
pratiche condivise”.

“Vogliamo favorire quel processo di partecipazione e trasparenza che
un Municipio deve avere con i soggetti del proprio territorio – ha
concluso Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio Roma I Centro -
creando progetti condivisi e costituendo al tempo stesso
un’opportunità per piccole realtà che per difficoltà burocratiche o
scarsa conoscenza della legislazione in materia normalmente sono
estromesse dalla partecipazione a tali bandi. E’ un progetto che va
nella direzione del decentramento amministrativo che vede gli enti di
prossimità, i municipi, protagonisti della vita della città e che
avvicina il territorio all’Europa, costruendo quello spirito di
fratellanza con gli altri paesi che i cittadini di una grande
metropoli devono avere”.

Tutte le informazioni sul sito del Municipio Roma I Centro.

By