Campidoglio

Minenna Assessore: chi controlla il controllore?

minenna

Il neo assessore della Giunta Raggi è anche un dirigente della CONSOB. Ed avrebbe la delega alle società partecipate, fra cui anche ACEA, quotata a piazza Affari. Perciò, chi controlla il controllore?

La Sindaca di Roma Virginia Raggi è riuscita a formare la Giunta dopo alcune settimane di scontri e veti incrociati tra quelli che sempre di più si avvicinano ad essere correnti interne, di casa nei vecchi partiti ed ora “novità” per il Movimento 5 Stelle, per il nuovo che avanza.

La prima cittadina romana a neanche due giorni dall’investitura ufficiale dei suoi consiglieri ha tra le mani un’altra gatta da pelare con un assessorato sicuramente di primo piano, quello al bilancio, che di qui al 31 Luglio dovrà presentare la manovra di assestamento e sulla verifica degli equilibri finanziari di cassa.

Marcello Minenna, questo il nome indicato dal Sindaco per la giunta capitolina, è un funzionario della Consob ora assessore al bilancio nella giunta capitolina. Il dirigente, nonostante la nomina ad assessore, si è ben guardato dal dimettersi da alcuna carica dirigenziale continuando in parallelo a percepire un lauto stipendio dall’Autorità Nazionale.

Il problema per il Sindaco Virginia Raggi non finisce qui, l’assessore Minenna avrà tra le sue deleghe proprio quella alle municipalizzate, tra le quali Acea S.p.A., una società per azioni vigilata proprio dalla stessa Consob. All’orizzonte si palesa quindi un possibile conflitto d’interessi per il fatto che ruolo di sorvegliante e sorvegliato coincidono, una situazione estremamente grave che si sarebbe potuta evitare con un minimo di diligenza e competenza nella gestione della cosa pubblica e dell’amministrazione comunale, una diligenza evidentemente assente.

Il nuovo assessore al bilancio dovrebbe dimettersi dalla carica dirigenziale nella Consob o richiedere una redistribuzione delle deleghe.

In ogni caso sarebbe corretto rinunciare al doppio stipendio percepito.

di Francesco Piacitelli

By