Campidoglio » Politica

Le bufale a 5 stelle

image

Forse il caldo o l’inesperienza, per i più una mossa politica di disinformazione utile a coprire l’assenza totale di una giunta oramai insediata da quasi un mese. Fatto sta che in questa ultima settimana il Sindaco Raggi ed il suo entourage hanno inanellato una serie di figure a dir poco imbarazzanti, ma andiamo con ordine:

Si parte con l’annuncio sulla stabilizzazione delle circa 1200 insegnanti di asili nido fatta dal Sindaco sulla sua pagina Facebook. Bene, vien da dire, ottimo lavoro per quelle insegnanti precarie finalmente stabili e per le famiglie che hanno trovato una continuità nell’accompagnamento dei figli. Allora qual è il problema di tutta questa vicenda? L’ipocrisia, questo è il problema, l’ipocrisia con cui ci si addossa i meriti di altri, con cui si cerca di comprare consenso con delle assunzioni merito del Governo e del Decreto Madia (art. 17, Decreto Legge 113/2016 ). Provvedimento, quindi, non solo immeritatamente attribuito a se stessa ma oltre tutto addossato allo stesso Movimento che con tanto ostracismo aveva da prima abbandonato l’aula parlamentare per poi definirlo addirittura “vergognoso”; mi vien da chiedere a questo punto se la pensino ancora così?.

Passiamo poi alla seconda notizia della settimana, quella delle auto blu. Come da dichiarazioni dello stesso Presidente d’Aula Giulio Cesare Marcello De Vito, d’ora in poi i consiglieri comunali andranno a lavoro con autobus e metro, non potranno più utilizzare le auto blu del comune (che per inciso sono bianche Presidente).Altra dichiarazione importante, d’effetto ed altro commento di giubilo a primo impatto, finalmente tagli agli sprechi, ora i Consiglieri potranno muoversi si come più vogliono, ma non utilizzando auto blu bene così. Presidente De Vito ma i Consiglieri comunali non hanno le auto blu, i Consiglieri Comunali non sono muniti di alcuno strumento di locomozione, ma allora Presidente probabilmente il vostro provvedimento non toccherà auto che, bè non esistono.

Veniamo all’ultimo annuncio, quello sulla bolletta dell’acqua, si perché poco prima del weekend appare sulla bacheca Facebook del Sindaco, oramai più assimilabile alla e-news del comune (proprio come il blog Casaleggio al poso dello streaming comunale), l’annuncio, contornato da una buona rievocazione del referendum popolare sull’acqua pubblica e aggiustato con un pizzico di demagogia e populismo, sul blocco degli aumenti in bolletta decisi per il 2016, “per il popolo”. La scena si ripete post e giubilo, festeggiamenti, finalmente una parte politica che pensa al popolo ed ai cittadini romani, stesso giubilo e stessa bufala. Il comunicato ufficiale, o almeno un po’ più ufficiale di una pagina Facebook, di Acea S.p.A. dando notizia del consiglio dei Sindaci dell’ATO2 chiarisce che non si tratta di blocco ma di una dilazione di aumento nei tre anni 2016-2019 con un ulteriore onere finanziario a copertura di questo mancato aumento, praticamente oltre al pagamento ai romani spetteranno gli interessi di questo giochino pubblicitario.

La settimana è terminata ma non l’ipocrisia con cui questi personaggi stanno prendendo in giro i cittadini romani tutti. Queste bugie, queste mezze verità sono, spero, frutto dell’inesperienza e della totale ignoranza nella gestione amministrativa di questi personaggi ma temo, purtroppo, dovuti al meno ingenuo scopo di coprire l’assenza politica di questo Movimento alle prese con i complessi problemi della Capitale d’Italia.
Alla luce di tutto questo un invito ai cittadini, che siano votanti o meno questo Movimento, le informazioni, tutte, sono facilmente reperibili in ogni dove. Una pubblicazione su di una pagina Facebook, un comunicato o dichiarazione, da chiunque venga, deve essere suffragata da prove e le prove sono su internet su portali di qualsiasi autorità e/o ente pubblico per una consultazione e, come sopra, una pronta contestazione

di Francesco Piacitelli

By