Cultura

Il Tempo della modernità. Il 24 giugno alla GNAM una mostra sulla pittura ungherese

Lunedì 24 Giugno 2013 le sale della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma ospiteranno la mostra intitolata “Il Tempo della modernità. Pittura ungherese 1905-1925”, a cura di Mariann Gergerly con la collaborazione di György Szücs. L’esposizione, organizzata in occasione dell’Anno Culturale Ungheria – Italia 2013, è realizzata dalla Galleria Nazionale Ungherese di Budapest e presenta una selezione di oltre 140 opere tra quadri, opere su carta, fotografie e documenti. Uno spaccato storico artistico che ci riporta nel primo quarto del Novecento, quando l’arte ungherese abbracciava la modernità del neoimpressionismo, delle avanguardie e del Fauvismo. La mostra, organizzata in sei sezioni, propone i principali momenti di quel grande e fervido periodo che ha caratterizzato l’arte e la cultura ungherese, come i “Nabis ungheresi”, le pubblicazioni delle nuove riviste d’arte e letteratura, le raccolte di canzoni popolari di Béla Bartók e la formazione del “Gruppo degli Otto”. L’esposizione “Il Tempo della modernità. Pittura ungherese 1905-1925” pone inoltre l’attenzione sul rapporto con il Futurismo italiano e le numerose ricerche di artisti di entrambi i paesi. La mostra sarà aperta al pubblico dal 25 giugno al 15 settembre.

di GIUSEPPE ARNESANO

By