Campidoglio » Municipi

Il Segretario Generale dice NO al terzo mandato consecutivo

 

“Non sono rieleggibili a Presidente del Municipio per la terza volta consecutiva coloro che, eletti a tale carica nel 2008, abbiamo completato il mandato nel 2013 e che rieletti nello stesso 2013, nel secondo mandato abbiano assommato un periodo di carica superiore a due anni sei mesi e un giorno”. La nota è del 4 marzo ed è firmata dal segretario generale del Campidoglio Antonella Petrocelli.

Tradotto in soldoni, l’attuale presidente del V Municipio Giammarco Palmieri e il presidente del Municipio “Ostiense”, Andrea Catarci, non sarebbero più candidabili alle prossime elezioni per il rinnovo degli organi municipali.

E adesso, dopo aver accantonato l’ipotesi delle primarie per la scelta del candidato presidente, il Partito Democratico dovrà correre ai ripari nel Municipio di Roma Est.
Palmieri, infatti, è stato eletto nel 2008 per il primo mandato e nel 2013 per il secondo mandato, ed è ancora in carica.
L’esponente dem del Prenestino sarebbe stato ricandidabile se al momento della cacciata di Ignazio Marino i presidenti di Municipio avessero deciso di seguire le sorti del sindaco e dimettersi. Invece hanno preferito restare in carica, e Palmieri ha così superato il termine dei due anni, sei mesi e un giorni. Strani casi della politica municipale.

La questione ad ogni modo è delicata, e nelle prossime ore sarà necessario un approfondimento perchè secondo alcune voci della materia lo stop potrebbe non riguardare il V Municipio in quanto si tratta di un nuovo ente, nato dalla fusione tra gli ex Municipi VI e VII. Anche se la nota del Segretario Generale parla chiaro: “L’operazione di riduzione dei Municipi da 19 a 15 non ha prodotto altri effetti se non, ovviamente, la loro ridenominazione dettata dalla nuova sequenza numerica che ne è conseguita e, per alcuni di essi, l’accorpamento dei relativi ambiti territo

By