Roma

Il PD Roma volta pagina: Cosentino segretario e Giuntella presidente dell’Assemblea, ma i renziani si astengono

Il Pd romano volta pagina. Dopo i mesi della reggenza, i 400 delegati dell’Assemblea cittadina del Pd hanno eletto per acclamazione il nuovo segretario, l’ex senatore Lionello Cosentino. Per la presidenza dell’Assemblea, invece, l’ha spuntata Tommaso Giuntella, nonostante l’astensione dei renziani, speranzosi fino all’ultimo che la carica andasse a Tobia Zevi.

di LUCIO LUSSI

E’ una nuova declinazione delle larghe intese ad essere andata in onda in un albergo dell’Eur, considerato che il nome di Cosentino ha ricompattato tutto il partito, e ha ottenuto l’appoggio anche delle mozioni di Tobia Zevi e Lucia Zabatta (area Civati).

“E’ necessario che il PD romano scenda in campo e dica la sua sul governo della città – ha dichiarato il neosegretario – dobbiamo esserci nelle scelte, altrimenti il sindaco e la giunta rimarranno da soli. Il Pd deve tornare ad essere motivo di orgoglio. Abbiamo il compito di ricostruire l’identità e la forza del partito, e farlo crescere a cominciare dai circoli”. Per garantire la partecipazione di tutti gli iscritti, infatti, Cosentino ha garantito i referendum tra gli iscritti per prendere le decisioni importanti.
“Dobbiamo rimboccarci le maniche – ha aggiunto Cosentino – e superare i contrasti degli ultimi giorni e gli episodi intollerabili avvenuti nei circoli. La squadra che guiderò dovrà affrontare e risolvere le numerose sfide che ci attendono a Roma”.

“Oggi il Pd Roma riparte dal rinnovamento – ha affermato in una nota l’on. democrat Micaela Campana -. La spinta propositiva è arrivata in questi anni e si è largamente manifestata in occasione delle elezioni amministrative e politiche. Da un’idea di comunità che è andata crescendo grazie a quel patrimonio immenso di uomini e donne che lavorano ogni giorno nei circoli. Il Pd adesso deve ripartire dal rapporto con la città”. 

 
 

By