Cultura

I lavoratori della CRI in agitazione

I lavoratori CRI hanno avviato una mobilitazione in risposta ad atteggiamenti provocatori ed antisindacali dell’amministrazione CRI che, nonostante quanto stabilito in sede parlamentare ed in sede di trattativa sul tavolo della Funzione Pubblica, continua a colpire il salario e la turnazione.

Per questo motivo, i lavoratori CRI del COSP di Roma, decidono:
1) di non tenere conto di modifiche della regolare turnazione, prese all’infuori delle normali regole della trattativa sindacale, proseguendo con la turnazione ancora in vigore
2) di avviare una forma di mobilitazione, con presidio permanente nei locali del COSP, a richiesta di una tutela della dignità dei lavoratori e di garanzia nell’applicazione del DLgs178/2012 che conduce alla privatizzazione della CRI.
3) di richiedere il rispetto delle decisioni parlamentari e dei tavoli di trattativa, relativamente ai contratti del personale dipendente a tempo determinato.
4) di condividere ed esprimere pieno appoggio alle rivendicazioni dei colleghi del CEM di Roma, impegnati nella stessa battaglia per il rispetto del diritto alla saluta dei cittadini più deboli.

By