Roma

Grippo: “Roma riparta dalle sue reti internazionali per rilancio nel mondo”

“La messa a sistema del mondo internazionale della capitale è la principale opportunità che abbiamo di rilanciare Roma nel mondo e di far ripartire l’economia e la cultura nella capitale” così ha aperto la conferenza “Roma Capitale Internazionale”, promossa dalla Commissione Turismo, Moda e Relazioni internazionali nella Protomoteca del Campidoglio, la presidente Valentina Grippo. All’incontro sono intervenuti oltre duecento esponenti di ambasciate, istituti culturali, associazioni, ong, università e stampa estera della capitale, accolti anche dall’assessore alla Cultura di Roma capitale Flavia Barca e da un saluto del sindaco Ignazio Marino.

“Con il sindaco Marino e la giunta oltre agli incontri diplomatici bilaterali tradizionali stiamo puntando su cinque azioni: l’avvio di tavoli tematici internazionali come quello già attivo sui temi urbanistici comparati; la progettazione europea e internazionale che coinvolge gli oltre 150 soggetti internazionali presenti a Roma; la promozione culturale per attrarre sponsorizzazioni internazionali per la valorizzazione del patrimonio artistico della capitale e contemporaneamente la diffusione e promozione delle altre culture a Roma tramite mostre ed eventi come stiamo facendo già con l’Iila (Istituto italo-latino americano) per portare a Roma la vitalità culturale della manifestazione “Primavera Latinoamericana” e ampliare l’offerta multiculturale della città” ha spiegato la consigliera comunale. Durante il convegno è stato illustrato anche il nuovo strumento di web community www.romainternazionale.it, un portale open source e bilingue italiano-inglese, che da oggi sarà a disposizione di tutta la comunità internazionale per inserire i propri eventi, appuntamenti e progetti, diffonderne la conoscenza e trovare partner internazionali. L’ultima azione a supporto dell’internazionalizzazione della capitale si focalizza infine sulla promozione turistica, con l’aumento delle lingue di traduzione specie verso i Paesi emergenti a livello turistico come Cina e Russia, l’incremento dei materiali di promozione, maggiori possibilità di prenotazione on line e semplificazione del rilascio dei visti. “Dalla cultura, dalla conoscenza e dall’interscambio del know-how passa la grande sfida che renderà Roma veramente Capitale Internazionale” ha aggiunto Grippo.

By