Campidoglio

Grillo stoppa l’alleanza con Marino. È rottura con i 5 Stelle romani. Rinvio per la giunta

È scontro aperto tra Beppe Grillo e gli esponenti del Movimento 5 Stelle romano. I rumors delle scorse ore sul l’apertura di Marino ai grillini sono state stoppate dal comico genovese che sul suo blog ha ribadito che il Movimento non fa alleanze con nessuno. La federazione romana dei grillini aveva lanciato un sondaggio on line per chiedere un parere alla rete sull’ingresso  in giunta. “Il voto chiesto da De Vito on line non ha alcun valore” tuona Grillo, spegnendo sul nascere ogni forma di autonomia dei grillini romani.

 

Dopo la forte presa di posizione di Grillo, tocca a Marino chiudere la porta, o quanto meno socchiuderla: “Non abbiamo chiesto nessuna alleanza al M5s ma semplicemente abbiamo chiesto di presentare i curricula di persone valide. Se il Movimento lo farà saremo contenti altrimenti no”.

Nella faccenda intervengono anche gli esponenti del PD Gasbarra e Patane’: “Grillo dimostra per l’ennesima volta di essere il padre padrone di un movimento  utile solo a se stesso e al suo protagonismo distruttivo e demagogico. Le parole usate contro il M5s di Roma che stava aprendo un dialogo programmatico e costruttivo con il sindaco Marino confermano che Grillò è’ capace di offrire agli italiani e ora ai romani solo rabbia e denigrazione”.

E se il PD garantisce, da un lato, piena autonomia decisionale al sindaco e rispetto delle sue scelte, chiude, dall’altro, ad ogni tipo di confronto programmatico con chi vuole soltanto distruggere.

E intanto viene ulteriormente rinviata l’ufficializzazione della giunta.

Di LUCIO LUSSI

By