Politica

Governo, Marroni (Pd): “No privatizzazione servizi pubblici strategici”

marroni

“In questi giorni sulle pagine di diversi quotidiani nazionali si parla di progetti del Governo, riguardanti i servizi pubblici locali, tesi a favorire la cessione del controllo ai privati. Ritengo che percorrere questa strada sarebbe un errore”. Cosi’ in una nota il deputato Pd Umberto Marroni. “Piu’ volte- aggiunge- e’ stato possibile appurare che i processi di privatizzazione delle aziende pubbliche in Italia in questi vent’anni non hanno funzionato e che nei casi ove ci sono stati dei miglioramenti dei servizi questi sono stati pagati a caro prezzo dai cittadini con aumenti tariffari ingiustificati, notevolmente piu’ elevati rispetto altre capitali europee, come sottolineato peraltro da un rapporto della Corte dei Conti del 2010. Inoltre per quello che riguarda i servizi pubblici strategici come TPL, idrico e rifiuti le capitale europee, dopo un processo di liberalizzazione, stanno tornando indietro. A Parigi ad esempio il Comune nel 2010 ha deciso di rimunicipalizzare il servizio idrico e ad oggi le tariffe sono mediamente inferiori a quelle regionali e nazionali e a Berlino dopo il referendum del 2011 si sta lavorando finanche per la ripubblicizzazione integrale della gestione dell’acqua. Ritengo quindi che sia condivisibile la necessita’ di procedere ad una razionalizzazione delle controllate da parte degli enti locali, ma che questa operazione non debba in alcun modo intaccare il controllo pubblico dei servizi strategici per la cittadinanza e delle reti”. “Sarebbe invece utile produrre per i comuni una serie di politiche tese a valorizzare ed incentivare processi di efficienza, di manutenzione e di trasparenza per le aziende erogatrici di servizi inhouse. Ricordo infine che nel 2011 oltre il 90% degli italiani si e’ espresso a favore della gestione pubblica dell’acqua e che una sentenza della Corte Costituzionale ha ribadito tale orientamento”, conclude Marroni.

By