Roma

Fori Imperiali, l’assessore Improta ferma tutti: “Sulla chiusura al traffico notizie infondate”. Intanto i cittadini iniziano a protestare

 

 

Notizie infondate e ricostruzioni fantasiose sulla viabilità dell’area intorno ai Fori Imperiali. L’assessore ai Trasporti e Mobilità di Roma Capitale pone la parola fine allo stillicidio di progetti relativi a sensi unici e sulla rimodulazione dei semafori nel Centro storico riportati dai giornali.

“In merito alle notizie riportate in questi giorni dalla stampa sul progetto di chiusura al traffico dei Fori Imperiali, si precisa che un gruppo interdipartimentale di Roma Capitale, in accordo con le aziende pubbliche e private interessate e con le soprintendenze, sta lavorando allo scopo di mettere a punto una proposta – dichiara Improta -. Il progetto è ancora allo studio, dunque qualsiasi notizia su eventuali modifiche ai sensi di marcia, o alla viabilità in genere nell’area interessata, è allo stato priva di fondamento. Al termine di questo percorso che il Comune sta portando avanti con gli altri soggetti coinvolti, e che prevede occasioni di confronto con i cittadini residenti, saranno il sindaco e la Giunta a rendere noti alla città dettagli e tempi del progetto di modifica alla viabilità”.

Sulla vicenda interviene anche il consigliere Pdl di Roma Capitale Roberto Cantiani, invitando il sindaco Ignazio Marino ad approfondire la questione viabilità del centro storico con i tecnici, i cittadini e il resto dell’amministrazione comunale.

Da par suo, Marino rilancia e dichiara che la pedonalizzazione dei Fori è un progetto non solo di mobilità ma anche di cultura, pertanto affronterà la questione con il ministro dei Beni Culturali Massimo Bray.

Nella giornata di ieri, intanto Sabrina Alfonsi presidente del I Municipio ha incontrato i tecnici dell’Agenzia della Mobilità e i residenti nel centro storico. Ma il piano riportato dalla stampa, e che sembrerebbe emerso proprio dalla riunione in Municipio, è stato subito cassato dall’assessore Improta.

E se il progetto definitivo sembra ancora lontano, i cittadini iniziano a mobilitarsi spontaneamente e alcuni comitati dei quartieri Monti e San Giovanni iniziano ad analizzare i pro e, soprattutto, i contro della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali.

Pronti alla protesta simbolica un folto gruppo di residenti nel rione Monti che ribadiscono quanto sia importante il confronto con i cittadini prima di prendere decisioni così importanti “che possono penalizzare la qualità della vita”.

Un comitato di cittadini è sul piede di guerra: “Vivere nel centro storico ci porta già a confrontarci quotidianamente con le centinaia di bus turistici che assediano il centro città, con taxi ed NCC che sfrecciano lungo le strade, con infiniti gruppi di turisti che stazionano sotto le mostre finestre, con la movida estiva che impazza durante tutta la notte, con venditori abusivi di cianfrusaglie, con invadenti camion-bar – si legge in un comunicato -. Ora noi temiamo che questo provvedimento possa ulteriormente aggravare una situazione già precaria dal punto di vista del traffico rendendoci di fatto prigionieri delle auto ed appesantendo notevolmente il traffico intorno al Colle Oppio, che di fatto oggi è soltanto un parcheggio per pullman, e tra via Merulana e via Labicana”.

Nella nota del comitato del quartiere Monti si legge anche di un evento a dir poco singolare: “I conduttori di pullman turistici e di singolari furgoni neri di  NCC, hanno preso l’abitudine di condurre i turisti che hanno a bordo in fantomatici negozi di souvenir nati improvvisamente dal nulla. Negozi che vendono paccottiglia (made in China) di vario tipo e che attirano soltanto turisti ivi condotti (stranamente) da tutti  i conducenti di pullman. Vi sono negozi di questo tipo in via delle Muratte, in via del Governo Vecchio, in via Lanza e in via IV novembre. In alcune di queste vie, specialmente in via Lanza, parcheggiano i loro mezzi in doppia fila pur di portare il loro prezioso carico umano fino al negozio conosciuto”.

Secondo i residenti del rione Monti, il provvedimento di pedonalizzazione dei Fori non porterebbe alcun beneficio agli abitanti, “nè ai turisti che comunque non potrebbero utilizzare la strada a piedi perché percorsa da taxi, torpedoni ed NCC”.

A quanto pare già nel fine settimana ci sarà un’assemblea con i residenti in via dei Fori per decidere congiuntamente le prossime mosse. A fare da sfondo… il diktat dell’assessore Improta.

di LUCIO LUSSI

 

By