Roma

Evasione: blitz nei locali di Campo de Fiori. Non dichiarati 800 mila euro di guadagni

Controlli in 30 esercizi commerciali a Campo de Fiori hanno fatto scoprire 800.000 euro di evasione fiscale e tariffaria e 23 lavoratori non in regola, un immigrato che viveva in una struttura di accoglienza rappresentante legale dei due piu’ grandi ristoranti della piazza. Lo ha scoperto oggi – fa sapere il Campidoglio – la task force coordinata dal comandante Raffaele Clemente, composta da agenti della Polizia Locale di Roma Capitale e da funzionari di Aequaroma, Inps e ASL. Sono stati accertati infatti – viene spiegato – mancati pagamenti della tassa sui rifiuti (Tari), della tassa di occupazione di suolo pubblico (Cosap) e del canone per le insegne pubblicitarie. Inoltre gli agenti e gli operatori della task force hanno rilevato numerose violazioni amministrative, penali per frode in commercio e in materia di igiene e conservazione degli alimenti. Sono stati individuati 23 lavoratori non in regola nei locali controllati, di cui cinque impiegati in nero, mentre un cittadino extracomunitario, residente a Roma in una struttura di accoglienza, e’ risultato il rappresentante legale di due societa’ che gestiscono altrettanti ristoranti, tra i piu’ grandi presenti sulla piazza. L’attivita’ di controllo della task force proseguira’ nelle prossime settimane in altri quartieri della citta’.

By