Politica

Ecco le regole del Congresso Pd: primarie aperte l’8 dicembre, riunioni dei circoli dal 7 al 17 novembre. Ma la crisi tiene tutti col fiato sospeso

 

 

Il momento è difficile e la crisi sembra alle porte. Il Partito Democratico serra le fila e in tanti appaiono intenzionati a mettere da parte personalismi e correntismi per il bene del partito e del paese.
“E’ necessario ridare slancio e dignità al progetto originario del PD”, dichiarano in coro i dirigenti.

Di eversivo, per ora, c’è il comportamento del Pdl, impegnato nella difesa del Cavaliere, rischiando di mandare all’aria, forse definitivamente, il governo delle larghe intese.

di LUCIO LUSSI

Certo che non sembra possibile per i democratici passare da una minaccia all’altrq, da un ricatto all’alto, azioni inconsulte che provocano uno stallo continuo nel Governo incapace, così, di realizzare riforme concrete.
Ha ragione Cuperlo quando dice che ormai “non si può fare finta di nulla” e che il Pd è pronto ad un’altra maggioranza. Ma gli scenari possibili non finiscono qui, adesso che anche gli economisti hanno ammesso a voce bassa che le elezioni nella prossima primavera, dopo l’approvazione della legge di stabilità e la riforma della legge elettorale, non sarebbero un male per il Paese. Meglio elezioni anticipate e un esecutivo solido che un governo logorato dalle minacce dei sodali del Cavaliere di Arcore.

Il Pd risponde compatto e la direzione del 27 settembre , infatti, dura solo due ore.  La direzione sarà “permanente”, un vero e proprio gabinetto di guerra pronto ad affrontare l’evolversi della crisi.
Le regole per lo svolgimento del congresso sono state fissate ma d’ora in avanti saranno gli eventi a dettare l’agenda politica del partito. Un Letta-bis, ad esempio, potrebbe mettere tutto in discussione.

 

Ecco le regole

Le primarie per l’elezione del nuovo segretario e della nuova assemblea si svolgeranno l’8 dicembre. C’è tempo fino alle ore 20 dell’11 ottobre per presentare le candidature, sottoscritte

dal 10% dei membri Assemblea o da 1500, 2000 iscritti in almeno 5 regioni.

Le primarie sono aperte a chiunque dichiari di riconoscersi nella proposta del Pd. Il contributo è di 2 euro, gratis per gli iscritti.

Tempi stretti per i circoli, le cui riunioni dovranno svolgersi dal 7 al 17 novembre. Alle riunioni di circolo hanno diritto di parola e di voto gli iscritti. E’ possibile iscriversi fino al giorno stesso del congresso, anche on line.

Al termine delle votazioni l’assemblea di circolo elegge i propri rappresentanti alla convenzione provinciale.
Entro il 20 novembre si dovranno tenere le convenzioni provinciali, quella nazionale, invece, è convocata per il 24 novembre.

Leggi tutte le regole

 

 

 

 

 

 

By