Campidoglio

Continua lo sciopero della fame di Magi. Duro battibecco su Twitter con Panecaldo

Continua lo sciopero della fame del consigliere radicale Riccardo Magi per denunciare l’ostruzionismo del Pd in Campidoglio.
L’invettiva di Magi è stata raccolta in una lettera indirizzata al segretario democrat Matteo Renzi. Nella missiva il consigliere eletto nelle fila della Lista Civica Ignazio Marino ha parlato di una “grave e anomala situazione che si è venuta a determinare nel consiglio comunale di Roma, dove il Pd, dall’inizio dell’anno, contribuisce a far mancare il numero legale in Aula Giulio Cesare” dove è in discussione la delibera sull’Anagrafe dei rifiuti di cui proprio Magi è primo firmatario.
Dura l’accusa rivolta al presidente dell’Assemblea Mirko Coratti: “Ha smesso di presiedere l’Aula mentre nè la presidenza nè la capigruppo hanno deciso di ricorrere a strumenti regolamentari per fronteggiare l’ostruzionismo dell’opposizione. Tutto per questo per mandare un forte segnale al sindaco e alla giunta”.
“Caro Matteo, il tuo Pd nella capitale è anche questo: un partito che fa ostruzionismo alla propria maggioranza, al proprio sindaco, a se stesso”.
Pronta la replica di Coratti: “Confondere il mio ruolo istituzionale all’interno di una manovra politica di carattere ostruzionistico è del tutto fuori luogo e sbagliato”, dichiara il presidente dell’Assemblea Capitolina -. “I lavori sono sempre garantiti. “Sono convinto che il vice-presidente ha diretto eccellentemente i lavori d’aula e nel contempo ha potuto valutare con scrupolo e correttezza le indicazioni a lui pervenute nel corso della riunione dei capigruppo”.

—–

Lo scontro si è riacceso questa mattina su Twitter. Un blogger ha posto una domanda diretta al consigliere comunale democrat Fabrizio Panecaldo: “Magi è entrato nel terzo giorno di sciopero della fame. Continui a stare fermo o intervieni?”. Piccata la risposta di Panecaldo: “Da “radicale” vi dico che state facendo una campagna strumentale e demagogica. Imbarazzante”.
Magi incassa il colpo e passa al contrattacco sempre sul social network: “Caro Panecaldo imbarazzante è quello che succede in consiglio e come Coordinatore della maggioranza dovresti occupartene”.
Il battibecco si fa rovente e Panecaldo sembra aver subito il colpo: “Pensi di essere immune da responsabilità’? Dai alle parole la leggerezza della piuma quando sono pietre”, è la replica del coordinatore della maggioranza in Campidoglio.

Secondo i bene informati, l’unica responsabilità di Riccardo Magi sarebbe quella di aver denunciato a dicembre il tentativo di ricorrere alla manovra d’aula durante la discussione sul bilancio.

 

 

 

By