Campidoglio

Consulenze, la risposta del Campidoglio: “Ridotti costi “esterni”, dimezzati all’Ufficio Stampa”

 


L’affaire consulenze sta infiammando la politica romana. A tre giorni dalla pubblicazione dell’elenco completo degli incarichi da parte de Il Monitore Romano (LEGGI L’ARTICOLO) è arrivata la replica del Campidoglio. Nessuna smentita sulle cifre pubblicate e riprese fedelmente dalle delibere della Giunta Capitolina pubblicate sul portale di Roma Capitale.

“A seguito degli articoli pubblicati da diverse
testate giornalistiche si ritiene doveroso fare alcune importanti
precisazioni sui costi dell’ amministrazione Marino. E’ bene innanzitutto
chiarire che le cifre pubblicate si riferiscono ai cosiddetti ‘costi
aziendali’ ossia alla somma dello stipendio lordo e dei costi del personale
per l’ amministrazione, ossia previdenza, tasse, Irap e altri oneri a carico
dell’ amministrazione. Una cifra esageratamente più alta di quanto
realmente percepito dai dipendenti. Sarebbe come dire a un operaio, che
percepisce 16mila euro netti all’ anno, che in realtà ne guadagna
45mila”.
“Per quanto riguarda l’ufficio stampa del Campidoglio, secondo le
indicazioni del Sindaco, i costi sono stati dimezzati rispetto alla
precedente amministrazione. Paragonando fra loro dati
omogenei, ossia gli stipendi lordi, si evince che nel 2012 l’ ufficio stampa
di Alemanno sommava un reddito imponibile lordo di 1.420.000 euro per un
totale di 26 dipendenti, compresi il capo ufficio stampa e il portavoce del
Sindaco. Il nuovo ufficio stampa è formato da 13 persone che percepiranno un
reddito complessivo imponibile lordo, nel 2014, di 720.000 euro, compresi il
capo ufficio stampa e il portavoce. Questi risultati sono stati possibili
grazie all’ utilizzo dei dipendenti interni, iscritti all’ ordine dei
giornalisti, che sono stati collocati in ruoli precedentemente ricoperti da
personale esterno”.
“La chiusura di costosi magazine e pubblicazioni, oltre a un risparmio
netto su base annua, di circa ulteriori 520.000 euro, ha permesso di
ricollocare diversi dipendenti interni in posizioni precedentemente occupate
da contratti a tempo determinato permettendo ulteriori riduzioni dei costi
Il capo ufficio stampa, Marco Girella, avrà un
reddito imponibile lordo di 111.300 euro per il 2014 più un eventuale premio
di produzione di 13.600 euro, lo stesso di qualsiasi dirigente comunale di
terzo livello, con stesse responsabilità e stesso reddito. Il portavoce
Guido Schwarz e il vice capo ufficio stampa Chiara Romanello, percepiranno
entrambi uno stipendio lordo di 80mila euro annui”.
“Analoghi risparmi sono stati effettuati sulle altre strutture capitoline a
partire dal Gabinetto del Sindaco. I fondi a disposizione del Gabinetto sono
tagliati di 15 volte, passando da 7.222.000 euro a 500 mila euro. Tagli
disposti fin dall’ inizio della legislatura, prima ancora che emergessero i
problemi di bilancio, per scelta del sindaco Ignazio Marino. In un momento in
cui Roma Capitale è impegnata a coprire un enorme buco di bilancio le cifre
stanziate sono a dimostrazione che questa amministrazione sta facendo del
risparmio e della buona gestione la sua precisa scelta politica”.

 

 

 

 

 

By