Campidoglio

Concorsone Comune di Roma: dal Campidoglio l’ok all’assunzione dei vincitori. Ma rimane la poca chiarezza sul destino dei Vigili Urbani

Destinare le risorse finanziarie disponibili per l’assunzione dei vincitori delle procedure selettive concluse del ‘maxi-concorso’ del Comune di Roma. E’ quanto prevede una mozione bipartisan approvata all’unanimita’ questo pomeriggio dall’assemblea capitolina. La mozione, presentata da tutti i gruppi del centrodestra e poi sottoscritta anche dalla maggioranza e dal M5s, impegna il sindaco Marino e la sua giunta anche a procedere all’assunzione dei vincitori del concorso Urp-redattore pagine web, riservato ai soggetti disabili. “Le risorse assunzionali disponibili per l’anno 2013 – si legge nel testo – sono circa 7,5 milioni di euro”.

di LUCIO LUSSI

“Un risultato importante quello di oggi che ci auguriamo venga concretizzato quanto prima con un atto amministrativo da parte del sindaco e della giunta. Ringraziamo tutta l’Assemblea Capitolina per l’impegno assunto e soprattutto per aver compreso l’urgenza di una causa che non riguarda solo i vincitori delle procedure concorsuali ma il futuro di Roma Capitale”. Cosi’, in una nota, il Comitato 22 Procedure per la Giustizia commenta la mozione.

“Sono molto soddisfatta che la nostra mozione sui concorsi sia stata sottoscritta da tutti gli altri gruppi consiliari capitolini – dichiara Sveva Belviso, capogruppo Ncd in Campidoglio -. Si tratta indubbiamente di un segnale importante, anche perche’ il testo e’ stato approvato all’unanimita’, e a tale proposito ringrazio tutte le forze politiche che hanno preso atto della serieta’ della nostra iniziativa”.

Anche il capogruppo di Sel in Campidoglio, Gianluca Peciola, esprime soddisfazione per il voto dell’Assemblea Capitolina. “Sono state trovate – aggiunge – le risorse per poter iniziare ad assumere i vincitori delle procedure selettive pubbliche, grazie all’impegno del vicesindaco Luigi Nieri. E’ stato cosi’ garantito un futuro occupazionale ai vincitori di concorso, dando l’avvio al piano di stabilizzazione del personale amministrativo di Roma Capitale”.

Ma sul concorsone del Comune di Roma rimane la tegola della selezione dei Vigili Urbani, nuovamente arenata dopo la nomina della Commissione. Considerata la perdurante mancanza di comunicazioni ufficiali da parte dell’amministrazione capitolina e della Praxi, gli aspiranti poliziotti municipali si attengono ai rumors che vorrebbero il 15 febbraio come la data x per apprendere ulteriori informazioni sull’esito della selezione pubblica che li vede protagonisti.

I concorsisti dell’ARVU si riuniscono domani alle 15.30 in piazza Madonna di Loreto per dare vita all’ennesima manifestazione di protesta. “Siamo sfiniti, stanchi e sfiduciati, disillusi nei confronti del sindaco Marino che non ci riceve e non dice nulla su tempi e assunzioni. Abbiamo pagato centinaia di euro in libri, corsi e dispense, abbiamo passato notti insonni e combattuto contro disperazione di sapere che per limiti d’eta’ sara’ la nostra ultima occasione”. È quanto dichiarano la presidente comitato Arvu, Elisa Rocca, e il vicepresidente, Giacomo Celentano. “Abbiamo famiglie sulle spalle e una preparazione che vorremmo mettere con umilta’ al servizio del Corpo- conclude la nota- il Corpo della Polizia locale ha un’eta’ media superiore ai cinquanta anni e una carenza organica superiore alle duemilatrecento unita’; ben otto volte superiore ai posti previsti dal bando di concorso. Siamo sconvolti dall’insensibilita’ del sindaco, che per sua formazione universitaria dovrebbe amare i giovani e la professionalita’”. “Non escludiamo – concludono – altre e piu’ colorite forme di protesta: di fantasma ne basta uno”.

 

 

By