Roma

Comune Pd, vertice con Cosentino: no rimpasto ma contenuti. Vince “Linea Marroni”: si punta su bilancio e punti programma

Nessun rimpasto, ma sfida sui contenuti. Nella riunione serale a via delle Vergini tra il segretario del Pd di Roma, Lionello Cosentino, e il gruppo democratico del Campidoglio al completo, quasi tre ore in preparazione del vertice col sindaco di domani, alla fine a passare e’ la linea suggerita nel pomeriggio da Umberto Marroni, deputato ed ex capogruppo consiliare del partito: niente “ricatti” al sindaco, ma individuare insieme alcuni punti programmatici da perseguire, a partire dal bilancio 2014. Il segretario ha comunque incassato qualche critica da parte di zingarettiani, d’alemiani, distefaniani, popolari e anche i renziani – ancora scottati, nonostante la vicesegreteria a Luciano Nobili, dalla poca rappresentanza nell’esecutivo nominato la scorsa settimana da Cosentino – che chiedono una piu’ energica azione nei confronti di Ignazio Marino da parte dell’ex senatore, chiamato dal partito a ottenere maggior considerazione e peso nelle scelte della Giunta. “Non chiediamo un rimpasto, la nostra attenzione e’ focalizzata sui problemi legati all’impostazione della politica di bilancio, in cui vanno affrontati presto quelli che sono i temi della sofferenza della citta’”, ha detto Cosentino al termine della riunione. Per il preventivo 2014, ha sottolineato il segretario, “sara’ indispensabile un coinvolgimento molto forte dei Municipi, che per 2013 e’ stato solo formale perche’ ormai si trattava di un consuntivo, ma che ora e’ fondamentale. Bisogna concertare con le forze sociali sia imprenditoriali che sindacali le scelte economiche”. Insomma, ha aggiunto l’ex senatore, “il problema a Roma sono l’economia e il lavoro, non le poltrone”. Ecco perche’ da ora “il Pd fara’ un lavoro comune tra federazione e gruppo consiliare sulle scelte economiche a sostegno delle imprese, con incontri di ascolto di aziende e sindacati”. In sostanza, ha concluso Cosentino, “crisi, lavoro e sviluppo e imprese: questa e’ la nostra agenda”.
Quella di oggi, ha commentato il capogruppo del Partito democratico in Assemblea capitolina, Francesco D’Ausilio, “e’ stata la prima riunione di gruppo dell’anno, una riunione utile con un clima di forte coesione. Tutti avvertiamo il bisogno smentire le ricostruzioni giornalistiche che anche nelle ultime ore hanno dipinto un Pd a ricerca di posti e poltrone. Tutt’altro, e lo ribadiamo ancora una volta: non abbiamo mai chiesto rimpasti ne’ avanzato candidature, siamo al fianco del sindaco, abboamo vinto insieme le elezioni pochi mesi fa e noi abbiamo preso il 30%”. Per questo, ha aggiunto il capogruppo, “nelle prossime settimane daremo un contributo positivo a partire dal bilancio 2014, che sara’ una manovra complessa e che dovra’ avere un taglio meno ragionieristico e che contenga misure forti per lo sviluppo, quindi occupazione e tutela dei piu’ deboli in una fase molto complessa. Prima del bilancio, per questo, proporremo anche di calendarizzare una sessione di urbanistica, tesa alla rigenerazione urbana, per dare fiato allo sviluppo economico della citta’”. Una manovra, inoltre, “che sia in grado di mettere in campo misure vere per efficientare la macchina amministrativa e tutto il comparto delle aziende capitoline”. Domani, ha concluso D’Ausilio, “riprenderemo la riunione con il sindaco iniziata a dicembre, quando lui ci aveva chiesto quali fossero i temi da affrontare con maggior forza e quali i cambiamenti da apportare alla macchina amministrativa.Domani, quindi, immagino si parlera’ di contenuti propedeutici al bilancio”.

By