Cultura

Cinema, i candidati ai David di Donatello in Quirinale. Braj: “Crediamo nel cinema italiano”

“Dobbiamo individuare tutte le risorse possibili per il fondo dello spettacolo. Credere nel cinema italiano e’ credere nella sua peculiarita’ e nella peculiarita’ della nostra cultura. Il cinema italiano ha sempre saputo reagire nei momenti difficili. E comunque va difeso anche il binomio cultura e turismo che e’ un’enorme opportunita’ per il nostro paese”. Lo ha dichiarato il ministro dei Beni e delle attivita’ culturali Massimo Bray intervenendo al Quirinale alla presentazione dei candidati ai David di Donatello.

Anche i presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha promesso pienamente il cinema italiano ricordando che “la carrellata di film” in concorso “indica che di qualita’ ce ne è molta”.

Secondo il capo dello Stato è necessario “offrire meglio i prodotti cinematografici italiani nelle tribune internazionali. Ritengo che abbiamo le carte in regola per guardare al futuro del cinema italiano con ottimismo e senza lamentazioni”, ha aggiunto Napolitano sottolineando che “se non c’e’ passione, non c’e’ cinema!”.


“E’ importante che le nostre istituzioni abbiamo la consapevolezza di quanto rappresenta il nostro cinema per il paese – ha concluso Napolitano -. La dimensione comunitaria tra cinema e societa’ non si deve perdere”.

La notizia della candidatura di Bernardo Bertolucci per la miglior sceneggiatura con il suo ultimo film “Io e te” è stata accolta da una standing ovation nella sala dei Corazzieri del Quirinale. Particolarmente affettuoso è stato il saluto che il mondo del cinema ha tributato al grande regista italiano, salutato affettuosamente anche dal Presidente Napolitano.

By