Campidoglio

Bilancio: ‘pane e acqua’ per romani, sit-in sotto Campidoglio

Protesta sotto il Campidoglio dei sindacati che questa mattina hanno distribuito pane e acqua nella piazza del Marc’Aurelio. Un sit-in per dire ancora una volta no alla manovra 2014 targata Ignazio Marino e in discussione in questi giorni in assemblea capitolina. “Con questo bilancio dopo tagli e tasse non rimane altro che pane e acqua per i romani – commentano i sindacalisti – Non c’e’ nient’altro per i cittadini, i lavoratori e i pensionati”. “Il bilancio non da’ risposte alle sofferenze dei romani – spiega il segretario della Uil Pierpaolo Bombardieri – Non abbassa le tasse nella citta’ che e’ la piu’ tartassata d’Italia e non ha soprattutto un’idea di sviluppo della Capitale ma ripropone vecchi schemi”. “Il bilancio deve assegnare una prospettiva alla citta’ – dice il segretario della Cisl Roma-Lazio Mario Bertone – e questa non c’e’. Abbiamo le famiglie che non riescono piu’ ad andare avanti, giovani disoccupati ed una forte pressione fiscale. Serve un bilancio diverso e ci aspettavamo dalla giunta una prospettiva diversa. Stamattina siamo qui per cercare di far capire al Campidoglio che bisogna cambiare, non e’ piu’ possibile andare avanti in questo modo”. “Tante cose non vanno in questo bilancio che e’ depressivo e profondamente iniquo – commenta il segretario della Cgil Roma-Lazio Claudio Di Berardino – Ci sono tasse e tagli lineari. La corsa dell’ultimo minuto del sindaco ad affrontare alcuni temi con i sindacati non e’ valsa a nulla. Non possiamo poi accettare il taglio al sociale. Serviva lasciare almeno le stesse risorse stanziate nel 2013. E’ quindi un bilancio senza prospettiva. Ci auguriamo che a settembre si possa modificare. Per questo oggi vogliamo fare un appello al consiglio comunale affinche’ vengano date delle risposte su quattro temi: fisco, investimenti, sociale e servizi”. (Fonte ANSA)

By