Roma

Bentornato futuro: torna a Roma la Festa dell’Unità dal 26 giugno al 28 luglio a Parco Schuster

E’ in programma dal 26 giugno al 28 luglio 2013 a Parco Schuster (San Paolo) la Festa dell’Unità 2013 di Roma.

L’evento è intitolato “Bentornato futuro”, un titolo evocativo per andare avanti e rifondare il partito su più solide basi.

Non sono passate inosservate le polemiche dei giorni scorsi sulla mancata partecipazione di alcuni volontari. “Sarebbe un errore non fare la festa – ha dichiarato Carlo Cotticelli, tesoriere del PD Roma -. Anch’io ho dubbi e malumori ma sforziamoci tutti insieme di vedere il bicchiere mezzo pieno e spieghiamo ai romani cosa abbiamo in mente per il rilancio della città. La festa si è fatta anche quando al governo c’era Berlusconi, alla Regione la Polverini e al Comune Alemanno. Perchè non dovrebbe essere fatta adesso con Letta, Zingaretti e Marino?”.

La festa “democratica” non si terrà più a Caracalla in seguito ad “una delibera scorretta emanata dal sindaco Alemanno” ha aggiunto Daniele Palmisano, membro dell’esecutivo del PD romano, il quale ha invitato i militanti e i simpatizzanti “a spegnere Facebook e a fare politica in mezzo alla gente”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Edoardo Delvecchio, responsabile dei volontari: “Sfruttiamo la festa per rafforzare le relazioni interpersonali e metterle alla base del nostro partito. Nonostante i dubbi e i timori di sciopero ci sono già centinaia di volontari pronti ad impegnarsi. E poi il riferimento allo sciopero è stato improprio, perchè si sciopera quando c’è un rapporto di lavoro – continua Delvecchio – e non quando si fa volontariato. In questo caso si tratta di disponibilità. E’ necessario dare una risposta alle critiche, ma lo faremo al Congresso. Adesso impegniamoci per far riuscire bene la Festa”.

Con la Festa dell’Unità 2013 riprende la collaborazione tra il PD romano e la segreteria nazionale del PD. Quest’anno, infatti, la manifestazione accoglierà la Festa Nazionale della Cultura e dell’Informazione, organizzata congiuntamente.

“La cultura deve diventare un asset importante nel governo della città e della regione – ha affermato Eugenio Patanè, reggente del PD romano – e deve contribuire al rilancio dei nostri territori”.

conferenza stampa uno

Come ogni anno oltre ad un calendario di eventi culturali e dibattiti politici di livello nazionale e cittadino, saranno presenti 50 stand commerciali.
Hanno già aderito e confermato la presenza alla Festa dell’Unità 2013: Guglielmo Epifani, Nicola Zingaretti, Dario Franceschini, Ignazio Marino, Goffredo Bettini, Enrico Gasbarra, Gianni Cuperlo e Matteo Renzi.
Agli spettacoli della festa parteciperanno, tra gli altri, Bud Spencer Explosion, Cisco (ex Modena City Ramblers), Muccassassina, Lo Stato Sociale, Offlaga Disco Pax…

di LUCIO LUSSI

By