Roma

Atac: pignorati 77 milioni. A rischio il servizio bus

atac

Cattive notizie per Atac, l’azienda di trasporto di Roma, a cui sono stati pignorati 77 milioni di euro in seguito a un contenzioso con Roma tpl, proprio all’indomani della presentazione del piano industriale. Una notizia che, a detta del Campidoglio, mette a rischio l’operativita’ del servizio. L’amministrazione annuncia che “investira’ la Procura della Repubblica per le valutazioni di competenza”. Il Campidoglio ”garantira’ le risorse necessarie ad Atac per scongiurare il blocco dell’operativita’ della azienda di trasporto pubblico” e nel contempo fa sapere che “l’azienda resiste in giudizio in quanto il lodo arbitrale e’ stato pronunciato nel 2009 da arbitri che ritiene privi di potere e non legittimati a giudicare la controversia”. Nella nota diffusa da Roma Capitale viene spiegato che il pignoramento “e’ inerente il servizio reso dal Consorzio di trasporti nel periodo 1 gennaio 2006-31 dicembre 2010. L’esecutivita’ di tale atto mette a rischio la continuita’ aziendale di Atac e di conseguenza la mobilita’ pubblica nella Capitale, nonostante l’azienda abbia proposto opposizione al precetto, l’udienza e’ fissata per il 25 novembre 2014, e depositato ricorso per Cassazione in data 28 luglio 2014 per l’annullamento del lodo arbitrale che ha dato luogo alla controversia e della successiva sentenza del 31 gennaio 2014 della Corte di Appello di Roma”. Solo ieri l’azienda di trasporto aveva presentato un piano industriale da “lacrime e sangue” che, almeno nelle intenzioni dell’ad Danilo Broggi, “nel 2016 portera’ l’azienda capitolina in totale equilibrio economico-finanziario”. Tra i punti qualificanti del piano, abbonamenti per il trasporto pubblico piu’ cari dall’1 gennaio 2015, piu’ ore di lavoro per gli autisti e meno linee bus.

By