Roma

Ampliamento discarica Cupinoro, Angelilli: “E’ fantascienza”. I cittadini sul piede di guerra

Chiude Malagrotta, apre Cupinoro.  O meglio si amplia Cupinoro, infatti è stato dato parere positivo all’ampliamento dalla Regione Lazio.  Verrà realizzato  un nuovo invaso, denominato Vaira 1, che avrà la capacità di 450.000 metri cubi.

di GIANLUCA LEONARDI

Al momento i rifiuti verranno sversati nella discarica di Bracciano fino al 31 Dicembre 2013, ma la paura dei cittadini della zona è che, grazie ad una proroga, si continuerà ben oltre la data prevista. Da subito si sono formati comitati di cittadini, che hanno iniziato una battaglia contro il Sindaco di Bracciano, Giuliano Sala, contro l’Amministrazione Romana e Regionale, per evitare che si ripeta una nuova Malagrotta sulle sponde del Lago. Proprio ieri pomeriggio L’On. Roberta Angelilli, Vice Presidente del Parlamento Europeo (Pdl), si è recata all’interno del sito di Cupinoro per effettuare un sopralluogo e vedere con i propri occhi la situazione attuale, e la zona dove dovrebbe sorgere il nuovo invaso. Al termine dell’ispezione si è tenuto un incontro con le Associazioni dei cittadini, nel quale l’Europarlamentare, ha avuto modo di confrontarsi con gli intervenuti e acquisire nuove informazioni su una situazione che si trascina da anni. Un confronto lungo due ore, nel quale l’On. Angelilli ha rassicurato i presenti: “Dopo quello che ho visto oggi, credo sia fantascienza l’ampliamento della discarica –  i cittadini hanno chiesto a gran voce che il problema venga affrontato a livello Europeo, visto che le Amministrazioni locali non intendono dare risposte concrete Non vi è stato nessun processo di consultazione e coinvolgimento della popolazione, non è chiaro nemmeno se l’ampliamento sia finalizzato allo smaltimento dei rifiuti locali o piuttosto se porterà ad una nuova Malagrotta. Un aumento volumetrico di 450.000 metri cubi, dovrebbe essere giustificato da motivazioni precise che i cittadini hanno il diritto di conoscere. Per questi motivi, il 26 Novembre porterò la questione all’attenzione del Parlamento Europeo all’interno di una specifica audizione”.

A fare eco alle parole dell’On.Angelilli, arrivano a stretto giro di posta quelle del Consigliere Regionale Pdl, Daniele Sabatini che in una nota afferma: “Condivido le preoccupazioni espresse dall’On Angelilli sulla discarica a Cupinoro. I cittadini, ai quali va tutto il mio sostegno, sono comprensibilmente in confusione non sapendo con esattezza cosa accadrà. Sulla intera vicenda dei rifiuti pesa la superficialità dell’amministrazione regionale, che ha gestito con pressappochismo, senza un reale confronto con le comunità cittadine. Prima, la giunta aveva portato avanti l’ipotesi Falcognana, che presentava evidenti ed oggettive difficoltà di realizzazione – prosegue l’esponente Pdl – Successivamente, leggendo i giornali veniamo a conoscenza che 20mila tonnellate di rifiuti sarebbero state trasferita a Cupinoro. La Giunta aveva tentato di giustificare tale scelta parlando di decisione temporanea, ma poi dopo qualche settimana la Regione ha dato l’ok per consentire l’ampliamento. Una incertezza questa, che oltre a sottolineare l’incongruenza dell’operato della Giunta Zingaretti, ricade sui cittadini e sul territorio.Inoltre, con questa scelta il presidente Zingaretti e l’assessore Civita smentiscono ciò che hanno affermato per anni, dai tempi in cui governavano la Provincia di Roma, ossia che i rifiuti della Capitale non sarebbero stati trasferiti in Provincia”.

 

In attesa di risposte concrete, i cittadini del Lago continuano la loro battaglia per la salvaguardia del territorio, che tra l’altro è inserito all’interno del parco naturale di Bracciano e Martignano, e per questo motivo da Domenica 17 Novembre avvieranno una raccolta firme che toccherà tutti i paesi interessati.

 

By