Roma

100% dei voti a Cosentino, Comitato: “Nessuna irregolarità, anche dove il plebiscito riguarda Tobia Zevi”. Migliaccio: “Lorenza Bonaccorsi chieda scusa”

Nessuna irregolarità nei circoli dove il candidato alla segreteria romana Lionello Cosentino ha ottenuto tutti i voti dei tesserati presenti. A fare chiarezza sulla vicenda è una nota di Marco Tolli, coordinatore del Comitato per Cosentino segretario.

“Ci sono stati segnalati i casi di alcuni congressi nei quali il candidato Lionello Cosentino ha preso tutti i voti dei presenti – dichiara Tolli -. Al congresso dei metalmeccanici i votanti sono stati 9. Al congresso Ares 118 (sanità) il totale dei votanti è 4. IFO (ex regina Elena) votanti 33. In tutti i casi era presente il garante designato dalla commissione per il congresso. Negli altri circoli della sanità Cosentino vince (S. Giovanni con 23 voti e Zevi 3, S. Camillo 50 a 15, S. Andrea 12 a 1) meno che nella Asl RM A dove vince Giuntella 30 a 9. E’ un risultato piuttosto naturale – continua Tolli -, essendosi Cosentino occupato per molti anni di sanità ed essendo dunque molto conosciuto fra i medici e gli operatori sanitari. Meno conosciuto è in RAI dove ha preso 4 voti su 64. Nulla di male”.
Anche in quei circoli, come il “No Borders” dove Cosentino non ha ottenuto neanche un voto (a fronte dei 168 di Tobia Zevi, candidato renziano) ci sono incertezze sulla regolarità delle procedure congressuali”. 

“In ogni caso il Comitato Cosentino segretario ha chiesto alla commissione per il congresso di conoscere per tutti questi congressi se vi sono state osservazioni da parte dei garanti. Abbiamo tutti il desiderio di svolgere un congresso sereno, aperto, libero – conclude Marco Tolli -. Perché il PD possa rinnovarsi ed essere più utile alla città”.

 ———–

Più vibrante l’attacco di Lucia Migliaccio, segretario del circolo del lavoro PD Ifo di Roma, uno dei sette circoli dove il candidato alla segreteria romana Lionello Cosentino ha ottenuto un consenso plebiscitario.
“Invito Lorenza Bonaccorsi a chiedere scusa ai tesserati dei circoli da lei citati ed in particolare a quelli del Circolo PD IFO, di cui sono Segretario – dichiara Lucia Migliaccio in una nota -. I tesserati sono stati profondamente offesi dalle sue pretestuose argomentazioni. Lorenza Bonaccorsi – precisa Lucia Migliaccio – si informi prima di gettare ombre su un Congresso trasparente e partecipato, alla costante presenza, oltre che del Garante, anche del rappresentante di altra mozione che si è trattenuto con noi fino alla conclusione delle operazioni congressuali Invece di sorridere delle nostre realtà politiche e lavorative, potrebbe impegnarsi per l’unità del Partito e non prodigarsi a diffondere inutili malumore e veleni. Nonostante tutto, noi continueremo il nostro impegno politico con la passione e la competenza che ci contraddistinguono”.

By